Infotec

Torna alla lista news
08.11.2017 / Consigli tecnici

I rischi post-raccolta per l’ulivo: l’uso del rame contro Rogna e freddo

Ottobre e novembre sono mesi fondamentali per la raccolta delle olive, dalla Sicilia fino ai grandi laghi del Nord-Italia. Anche dopo questa importante fase, però, bisogna ricordare di trattare la pianta e prepararla per la stagione invernale.

Il 2017, caratterizzato da alte temperature e scarse precipitazioni, ha impedito numeri soddisfacenti di produzione per la maggior parte degli olivicoltori italiani. Dal punto di vista qualitativo invece, abbiamo buone notizie: si prospetta un’ottima annata vista la bassa pressione della mosca olearia (grazie alle alte temperature) e l’alto accumulo in olio e polifenoli.

 

Se da una parte la mosca olearia sembra non rappresentare un problema quest’anno, è bene tener presente che altri rischi sono già visibili sulla pianta: la tecnica di raccolta che si attua negli ultimi anni prevede l’uso massiccio di pettini scuotitori che provocano numerose ferite alla pianta. Queste lesioni rappresentano una naturale via d’ingresso per il batterio responsabile della Rogna (Pseudomonas savastanoi). Il batterio si sviluppa ottimamente tra 4°C e 31°C in presenza di umidità e trova quindi a novembre un clima ideale per proliferare.

Per contrastare questo rischio, che può mettere in serio pericolo l’oliveto, è bene sfruttare l’unico principio attivo con attività battericida, ovvero il rame. Questo elemento indurisce i tessuti, prepara la pianta a superare le temperature invernali e protegge da altre malattie come l’Occhio di pavone.
Il trattamento consigliato a base di rame è registrato anche per l’agricoltura biologica ed è da applicare subito dopo la raccolta. In particolare suggeriamo l’utilizzo di OSSICLOR 20 FLOW, che permette un’ottima adesione e persistenza sulla pianta.

La dose ideale è 500 ml/hl, ma approfondite tutte le indicazioni specifiche nella scheda prodotto di OSSICLOR 20 FLOW.

Iscriviti alla newsletter

Condizioni

Questo sito utilizza cookie rispettando la natura e chi la naviga. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi