Home > News > Consigli tecnici > Ragnetto rosso, strategie efficaci per proteggere il pomodoro da industria
28-06-24 /

Ragnetto rosso, strategie efficaci per proteggere il pomodoro da industria

Il ragnetto rosso (Tetranychus urticae), in questi ultimi anni, ha causato diversi problemi ai produttori di pomodoro da industria. Questo acaro, infatti, si nutre delle foglie del pomodoro, indebolendo le piante e causando così importanti perdite di produttività. È importante, quindi, impostare una difesa che limiti la diffusione dell’acaro in campo non appena compaiono i primi segni.

Che insetticida usare contro gli acari del pomodoro?

Alla comparsa delle prime forme mobili è possibile intervenire con Limocide, fungicida-insetticida-acaricida a base di olio essenziale d’arancio dolce, alla dose di 4 l/ha. Limocide, grazie al suo meccanismo d’azione fisico di contatto, provoca l’asfissia e la disidratazione degli insetti a corpo molle in qualche minuto. Questo specifico meccanismo d’azione non permette al ragnetto rosso di sviluppare forme di resistenza nei confronti di Limocide.

Solitamente, poco dopo la comparsa del ragnetto rosso, si manifesta in campo anche l’Eriofide Rugginoso del pomodoro (Aculops lycopersici), particolarmente in zone molto calde. Zolfo Flow MCT, registrato contro oidio alla dose di 1,5-2,25 l/ha, riporta in etichetta la menzione di azione collaterale contro questo acaro.

Si raccomanda di porre molta attenzione ad utilizzare volumi ottimali di bagnatura poiché entrambi i prodotti agiscono per contatto e gli acari sono soliti stazionare sulla pagina inferiore delle foglie di pomodoro.

Share this article

TwitterFacebookLinkedIn